Skill&Music | Barcellona: “Semiramide”
52889
post-template-default,single,single-post,postid-52889,single-format-standard,eltd-core-1.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,borderland-ver-1.5.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,paspartu_enabled,transparent_content,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Barcellona: “Semiramide”

Tancredi e Sigismondo nelle omonime opere, Malcolm nella Donna del lago, Neocle nell’Assedio di Corinto, Calbo in Maometto secondo, Falliero in Bianca e Falliero, Ottone nell’Adelaide di Borgogna sono alcuni dei grandi ruoli rossiniani en travesti interpretati da Daniela Barcellona nella sua lunga carriera. Il mezzosoprano triestino tornerà a vestire i panni maschili in un capolavoro di Rossini dal 19 novembre al 16 dicembre, questa volta come Arsace nella Semiramide, alla Royal Opera House di Londra con la direzione di Antonio Pappano e la regia di David Alden.

Reduce dal successo nello stesso ruolo – e con la stessa regia – ottenuto alla Bayerische Staatsoper di Monaco, la Barcellona dice:

Semiramide è l’apice del classicismo rossiniano e raccoglie in sé tutta l’esperienza del periodo che la precede: l’opera italiana non è più stata la stessa dopo questo capolavoro. Assieme a Tancredi, Arsace è il guerriero androgino per eccellenza: nobile, forte, risoluto, ‘nudrito fra l’orror delle pugne’ ma, allo stesso tempo, umano e capace di piangere. È un personaggio straordinario, soprattutto nel complesso sviluppo del suo rapporto con Semiramide, che per lui è prima regina, poi donna e infine madre. Vocalmente è un ruolo impervio – conclude il mezzosoprano – la cui difficoltà maggiore sta tutta nell’evoluzione psicologica e nella trasformazione del personaggio da guerriero a re, passando per figlio e carnefice.”

Daniela Barcellona torna a Londra dopo il successo della Donna del lago, cantata nel 2013 alla Royal Opera House, e di altri titoli come Adelson e Salvini di Bellini al Barbican Centre o la stessa Semiramide e il Requiem di Verdi cantati ai BBC Proms. Lo spettacolo di David Alden, che ambienta la vicenda in una non ben definita corte autoritaria novecentesca di stampo mediorientale, vede protagonisti anche Joyce DiDonato nelle vesti della regina babilonese, Michele Pertusi in quelle del satrapo Assur e Lawrence Brownlee come Idreno.

Dopo Semiramide Daniela Barcellona sarà Amneris nell’Aida al Teatro Real di Madrid dal 9 marzo, Quickly nel Falstaff alla Staatsoper di Berlino dal 25 marzo e Santuzza in Cavalleria rusticana alla Deutsche Oper di Berlino dal 31 marzo.

 

Royal Opera House