Skill&Music | Mariotti & Oropesa: “Les Huguenots”
53366
post-template-default,single,single-post,postid-53366,single-format-standard,eltd-core-1.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,borderland-ver-1.5.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,paspartu_enabled,transparent_content,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.4,vc_responsive

Mariotti & Oropesa: “Les Huguenots”

Torna all’Opéra di Parigi per dirigere la prima nuova produzione della stagione 2018-2019 il pesarese Michele Mariotti, che nel teatro nazionale della capitale francese ha già diretto I puritani nel 2013 e La traviata nel 2016. Venerdì 28 settembre all’Opéra Bastille è chiamato a interpretare il grand-opéra di Giacomo Meyerbeer Les Huguenots (Gli Ugonotti): il monumentale lavoro in cinque atti del compositore tedesco, su libretto di Eugène Scribe ed Émile Deschamps, fu rappresentato per la prima volta proprio a Parigi il 29 febbraio 1836, e ha come argomento il contrasto tra cattolici e protestanti in Francia, culminato nella strage della Notte di San Bartolomeo del 23 agosto 1572. Il grand-opéra di Meyerbeer manca dall’Opéra di Parigi da ben 82 anni: fu messo in scena l’ultima volta nel 1936 in occasione del centenario della prima rappresentazione.

La nuova produzione dello spettacolo è affidata alla regia del tedesco Andreas Kriegenburg.

Protagonisti sul palco il soprano statunitense di origini cubane Lisette Oropesa nella parte della regina di Francia e Navarra Marguerite de Valois, insieme a Bryan Hymel in quella di Raoul de Nangis; Ermonela Jaho come Valentine; Karine Deshayes nei panni di Urbain; Nicolas Testé in quelli di Marcel; a Paul Gay è affidato il ruolo del Conte di Saint-Bris, mentre quello del Conte di Nevers è interpretato da Florian Sempey.

Il Coro e l’Orchestra sono quelli dell’Opéra national de Paris.

> Info