Skill&Music | Teatro Comunale, Bologna: Carmen
51879
post-template-default,single,single-post,postid-51879,single-format-standard,eltd-core-1.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,borderland-ver-1.5.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,paspartu_enabled,transparent_content,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Teatro Comunale, Bologna: Carmen

Segna il debutto di Pietro Babina nell’opera lirica la nuova produzione di Carmen di Georges Bizet, in scena al Teatro Comunale di Bologna dal 18 al 29 marzo 2016.

Eclettico sperimentatore nelle arti visive, il regista e autore bolognese Pietro Babina si è sempre dedicato alla ricerca di nuovi linguaggi espressivi. Attivo da venti anni nel panorama artistico nazionale e internazionale, Babina ha partecipato a rassegne prestigiose quali il Festival d’Automne a Parigi, la Biennale di Venezia, il Kunsten Festival des Arts di Bruxelles, il Festival la Batie di Ginevra e il Festival Santiago a Mil di Santiago del Cile – solo per citarne alcuni.

Dopo Thyssen. Opera sonora (2015) e Ritter, Dene, Voss (2015), Babina realizza la sua prima regia di un’opera lirica con Carmen, celeberrima opéra-comique in quattro quadri composta da Georges Bizet nel 1875 su libretto di Henri Meilhace Ludovic Halévy.

Carmen è un’opera immensa e complessa – sottolinea Babina – Ho cercato di individuare una strada legata all’oggi e quindi rintracciare Carmen nell’attualità: ho subito compreso però che la strada dell’attualizzazione non è storia mia. Mi sono domandato allora cosa venga in mente quando si dice Carmen: una Spagna inesistente, un oggetto esotico, direi turistico. Mi ha quindi guidato l’idea di un immaginario desiderato, per quanto inesistente, e la domanda «cos’è oggi Carmen» si è spostata dal livello del sociale a quello dell’immaginario: più «cosa desideriamo che sia», piuttosto che «ciò che è oggi», nel tentativo idealistico di dimostrare che in arte i concetti di tradizione e di contemporaneo sono barriere erette da ideologie ormai defunte.”

Protagonisti dello spettacolo, diretto da Frédéric Chaslin, sono Veronica Simeoni (Carmen), Maria Katzarava (Micaela), Sonia Ciani (Frasquita), Antonella Colaianni (Mercédès), Roberto Aronica (Don José), Simone Alberghini (Escamillo). L’Orchestra, il Coro e il Coro di Voci Banche sono quelli del Teatro Comunale.

> Comunale Bologna