Skill&Music | Teatro Comunale Bologna: Michele Mariotti e Nicola Alaimo
51913
post-template-default,single,single-post,postid-51913,single-format-standard,eltd-core-1.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,borderland-ver-1.5.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,paspartu_enabled,transparent_content,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Teatro Comunale Bologna: Michele Mariotti e Nicola Alaimo

“I due occhi azzurri del mio tesoro, sono loro che mi hanno reso viandante per il mondo. Ecco, devo salutare i luoghi più cari! O occhi azzurri, perché mi avete guardato? Ora avrò pena e dolore in eterno”. Sono le parole dell’ultimo dei quattro Lieder eines fahrenden Gesellen (Canti di un viandante), unico tra i grandi cicli di Lieder sinfonici di cui Gustav Mahler scrisse anche i testi. Furono composti fra il 1884 e il 1885, in un periodo di grandi angosce sentimentali causate dall’amore giovanile e sfortunato del musicista austriaco per il soprano Johanna Richter. Il Teatro Comunale di Bologna li propone nella sua Stagione concertistica domenica 17 aprile alle 20.30 al Teatro Manzoni.

Protagonista dei Lieder il baritono palermitano Nicola Alaimo, noto interprete del repertorio belcantistico e ospite regolare dei teatri più prestigiosi, dalla Royal Opera House Covent Garden di Londra all’Opéra de Paris. Sul podio dell’Orchestra del Comunale il Direttore Musicale del teatro felsineo Michele Mariotti, reduce da un personale successo ne I due Foscari al Teatro alla Scala di Milano, che con questo concerto prosegue il ciclo Beethoven-Mahler presentato nella Stagione del Comunale di quest’anno.

Accanto a Mahler, due pagine di Ludwig van Beethoven: in apertura l’Ouverture n. 2 Op. 72a “Leonore”, sintesi sinfonica del dramma, e in chiusura la Sinfonia n.2 Op. 36 in Re maggiore, eseguita per la prima volta il 5 aprile 1803 a Vienna con la direzione del compositore.

Teatro Comunale Bologna