Skill&Music | DANIELE GATTI: “TRISTANO E ISOTTA” DI WAGNER SU RAI5
53870
post-template-default,single,single-post,postid-53870,single-format-standard,eltd-core-1.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,borderland-ver-1.5.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,paspartu_enabled,transparent_content,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive
Daniele Gatti_ph. Marco Borggreve

DANIELE GATTI: “TRISTANO E ISOTTA” DI WAGNER SU RAI5

È la prima opera diretta da Daniele Gatti al Teatro dell’Opera di Roma il Tristan und Isolde (Tristano e Isotta) di Richard Wagner che Rai Cultura trasmette su Rai5 (canale 23) giovedì 4 giugno alle 10. Lo spettacolo ha inaugurato la stagione della Fondazione capitolina nel novembre 2016 ed è realizzato in coproduzione con la De Nationale Opera di Amsterdam e con il Théâtre des Champs-Élysées di Parigi, dove Gatti l’ha tenuto a battesimo.

Considerato un punto di svolta nell’evoluzione del linguaggio musicale moderno e una pietra miliare della civiltà occidentale, il capolavoro wagneriano è proposto con la regia di Pierre Audi, la drammaturgia di Willem Bruls, le scene e costumi di Christof Hetzer, le luci di Jean Kalman e i video di Anna Bertsch. La vicenda dei due sfortunati innamorati è avvolta in un’atmosfera intima e sospesa, con pochi elementi scenici capaci di ricreare ambienti diversi, dall’interno della nave del primo atto alla trasfigurazione di Isotta del finale, proposta con un efficace effetto di controluce. Interpreti sul palco sono Andreas Schager (Tristan), Rachel Nicholls (Isolde), John Relyea (Re Marke), Brett Polegato (Kurwenal), Michelle Breedt (Brangäne) e Andrew Rees (Melot). L’Orchestra e il Coro (preparato da Roberto Gabbiani) sono quelli del Teatro dell’Opera di Roma.

Questo primo impegno di Daniele Gatti al Teatro Costanzi ha segnato l’inizio della sua collaborazione con l’Opera di Roma, dove ha diretto altre significative inaugurazioni di stagione con La damnation de Faust di Hector Berlioz, Rigoletto e Les vêpres siciliennes di Giuseppe Verdi, e dove è stato nominato Direttore musicale.

Interprete di riferimento del repertorio romantico, Gatti ha spesso diretto Wagner in teatri come la Scala di Milano e il Metropolitan di New York; è inoltre uno dei pochi direttori italiani ad essere stato invitato al Festival wagneriano di Bayreuth. Insignito del Premio Abbiati come Migliore direttore d’orchestra nel 2015 e nominato in Francia Chevalier de la Légion d’honneur nel 2016, oltre all’incarico all’Opera di Roma è Direttore musicale dell’Orchestra Mozart e Consulente artistico della Mahler Chamber Orchestra. Ha ricoperto ruoli di prestigio in realtà musicali come la Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam, l’Accademia di Santa Cecilia, la Royal Philharmonic Orchestra, l’Orchestre national de France, la Royal Opera House di Londra, il Teatro Comunale di Bologna e l’Opernhaus di Zurigo. Collabora regolarmente con orchestre come i Berliner Philharmoniker, i Wiener Philharmoniker, la Staatskapelle di Dresda e l’Orchestra del Gewandhaus di Lipsia.